“Una promessa fatta ai miei concittadini, divenuta uno dei punti più importanti della campagna elettorale, alla quale pochi credevano. Ora sta diventando realtà”. Il campo sportivo di Molenano di Stroncone, dopo ben sei anni di abbandono, torna a nuova vita. Un progetto ingente, costoso ma finalmente realizzabile, grazie alle energie messe in atto dal Comune di Stroncone, al contributo arrivato dalla Fondazione Carit e alla Polisportiva Ternana, che si è aggiudicata la gara per la riqualificazione e gestione dell’impianto (aggiudicazione provvisoria in attesa delle verifiche di routine).

Sarà realizzato un centro con doppio campo sportivo – il primo a 11, omologato dalla Federazione Nazionale Dilettanti, l’altro a 9 per la categoria Esordienti che sarà uno dei pochi in Italia specificamente riservato a questa categoria – capace di ospitare sugli spalti più di 300 persone. A terra, un manto di erba sintetica di ultima generazione.

Il progetto – aggiudicato tramite gara pubblica dall’ATI composta da Polisportiva Ternana e Sirme Nord – è il frutto del primo partenariato pubblico-privato della storia di Stroncone. Un investimento da oltre 470 mila euro, a cui il Comune partecipa con 150mila euro (di cui 70 dalle risorse di bilancio e gli altri 80 coperti grazie al contributo della Fondazione Carit) e la restante parte a carico della Polisportiva Ternana, che riqualificherà la zona investendo oltre 300mila euro e poi gestirà l’intero impianto per la durata di 15 anni. Nel complesso, un investimento di quasi mezzo milione.

L’impianto sarà a disposizione della Prima squadra, che vestirà gli storici colori rosso-blu, ma anche delle categorie Juniores, Allievi, Giovanissimi ed Esordienti.

“Lo spazio – afferma il sindaco, Giuseppe Malvetani – sarà interamente dedicato allo sport giovanile. Sport che non è solo attività fisica ma anche aggregazione, integrazione, socialità e, grazie alla futura organizzazione di tornei, possibile occasione di visibilità per il territorio ed afflusso turistico. Ringrazio di cuore chi si è speso ed adoperato per realizzare l’intero progetto: la mia maggioranza, consiglieri ed assessori, l’Ufficio tecnico del Comune, l’Ufficio ragioneria ed in generale tutta la macchina comunale ma, in particolare, voglio ringraziare la Fondazione Carit per il suo fondamentale contributo e la Polisportiva Ternana, che ha continuato a credere nel progetto nonostante il difficile momento legato all’emergenza sanitaria”.

Presentato questa mattina presso la sala del complesso museale del Comune di Stroncone il progetto per i lavori di ristrutturazione e riqualificazione del campo sportivo in località Molenano a Stroncone, storico campo di gioco della società rossoblù. Ad aggiudicarsi il bando è stata la Polisportiva Ternana del presidente Maurizio Sciarrini che si occuperà dei lavori e successivamente lo gestirà con una convenzione che avrà durata di 15 anni.

Alla presentazione hanno preso parte il sindaco di Stroncone Giuseppe Malvetani, il presidente della Polisportiva Ternana Maurizio Sciarrini, il presidente della Fondazione Carit Luigi Carlini ed il delegato provinciale del Coni di Terni Francesco Tiberi.

IL PROGETTO Si tratta di una partnership pubblico-privato, per un ammontare di 480.000 euro, dei quali 330.000 a carico della società sportiva e 150.000 stanziati dal Comune di Stroncone grazi anche ad un contributo di 80.000 euro della Fondazione Carit. Sarà ristrutturato il campo a 11 e sarà realizzato un campo a 9, il primo in Umbria e fra i pochissimi in Italia interamente dedicato alla categoria esordienti. Entrambi saranno realizzati in erba sintetica. Prevista una riqualificazione degli spogliatoi, con la realizzazione anche di uno spogliatoio aggiuntivo, la realizzazione di un impianto di illuminazione e di strutture annesse. L’obiettivo è cercare di mettere a disposizione il campo alla città di Stroncone entro la fine dell’anno solare in corso.

Maurizio Sciarrini (Polisportiva Ternana): “Si tratta di un progetto che nasce prima del Covid e che ora ci apprestiamo a realizzare. Avevamo alcune proposte, abbiamo scelto di investire su un comune vicino perché ci piace il calcio di paese, è il modo di fare sport che ci appartiene. Vogliamo riportare l’entusiasmo nel paese, la voglia di fare calcio ed il nostro obiettivo è quello di organizzare presto a Stroncone una manifestazione nazionale e quindi promuovere il turismo sportivo. Prima di tutto però vogliamo ridare un sorriso ai bambini, che non possono fare sport, perché l’attività sportiva è stata ritenuta da chi ci Governa non essenziale. Oltre a questo ci sono i nostri tecnici che da mesi stanno aspettando i ristori che chissà quando arriveranno: ecco la nostra sfida la vinceremo anche grazie ai nostri tecnici, che avranno il grande compito di riportare l’entusiasmo nei ragazzi. Abbiamo sposato l’idea dell’amministrazione comunale, anche perché questo progetto come ho detto ha prima di tutto finalità sociali”

Giuseppe Malvetani (sindaco di Stroncone): “E’un orgoglio per me presentare questo progetto, perché è una delle promesse più importanti che avevo fatto in campagna elettorale. Qualcuno non ci ha creduto, pensava che al massimo avremmo tagliato l’erba ed invece oggi eccoci qui. Per Stroncone è un grande giorno, perché lo sport non è solo l’evento agonistico, ma anche aggregazione e socializzazione e turismo, grazie all’organizzazione di eventi. Il fatto che la gestione venga affidata alla Polisportiva Ternana, che si occupa di sport è per noi garanzia che le cose saranno fatte al meglio”.

Luigi Carlini (Presidente Fondazione Carit): “Come Fondazione Carit stiamo investendo molto nelle periferie e questo progetto rientra appieno in quelli che sono i valori in cui crede la Fondazione: non solo sviluppo del territorio ma anche una possibilità di aggregazione, di stare insieme in modo sano”.

Francesco Tiberi (Delegato Provinciale del Coni): “Va un plauso a Maurizio Sciarrini perché investire nello sport in questo momento è un atto di coraggio ma anche un segnale di speranza. L’augurio è di ritrovarci presto ad inaugurarlo, senza mascherina”.

Nel corso della presentazione è stato inoltre annunciato che a Molenano giocherà quella che sarà la nuova prima squadra della Polisportiva Ternana, la quale assumerà la denominazione di Stroncone Polisportiva Ternana e vestirà i colori rossoblù con lo stemma del Comune. Inoltre, gli impianti saranno la casa di tutto il settore giovanile fino agli Esordienti.