Dopo averlo consegnato formalmente al Comune di Terni, la Ternana Calcio ha ufficialmente presentato agli organi di informazione lo studio di fattibilità per la realizzazione del nuovo stadio Liberati, nell’ambito di un progetto imprenditoriale più ampio che comporta un investimento di circa 50 milioni di euro da parte della società.

Ad illustrare il progetto sono stati il vicepresidente della Ternana, Paolo Tagliavento ed il project manager Sergio Anibaldi.

Il nuovo impianto all’inglese – che tra fase autorizzativa e di esecuzione dovrebbe essere concluso entro ottobre 2024 – sorgerà al posto dell’attuale, in un’area di intervento pubblica di quasi 94 mila metri quadri, e avrà una capienza di 18.500 posti, tutti al coperto e in un’unica gradinata. E’ prevista anche la realizzazione di aree interne a servizi per lo sport di oltre 3 mila 300 metri quadri e per attività commerciali di quasi 6 mila.

Avvalendosi della legge sugli stadi, la società propone poi anche la realizzazione, nella stessa area, del centro sportivo per il settore giovanile denominato Ternanello e di una clinica privata, che punta al convenzionamento con il Sistema sanitario nazionale e che garantirà l’equilibrio economico-finanziario dell’intero investimento.

interviste di Lorenzo Pulcioni