La StraValnerina ‘Bartolini’ Country edition ha fatto centro. La manifestazione organizzata dall’#iloverun Athletic Terni, sponsorizzata Bartolini con il supporto di Acea e Fondazione Carit, era la prima della provincia di Terni dopo l’emergenza Covid. Pieno gradimento da parte dei partecipanti della formula trovata nel rispetto dei protocolli di sicurezza: percorso più corto (4 km anziché 10) e gara a cronometro con partenze scaglionate ogni 20 secondi.

Primo assoluto al traguardo l’ivoriano Jean Marc Louaty Diomande con il tempo di 12’31″ (media di 3’08″ a chilometro). Il portacolori dell’#iloverun Athletic Terni, dove allena anche i bambini ed è amatissimo soprattutto dai più piccoli, era uno dei favoriti.

Specialista del mezzofondo veloce con personale da 1’58″78 negli 800, Jean Marc non disdegna uscite nella mezza (1h17’24″ nella Terni Half Marathon 2020). Al secondo posto Gianluca Fanelli (Asd AT Running) con il tempo di 12’53″. Terzo Matteo Giacomelli (Asd Runners San Gemini) in 12’55″. Tra gli atleti di casa quarto posto per Tommaso Cresta (13’25″), ottavo per Enrico Costanzi (13’48″) e nono per Enrico Martellini (14’05″).

Tra le donne altro successo firmato #iloverun Athletic Terni grazie ad Elena Maria Petrini, prima sul traguardo con il tempo di 14’14″. Azzurra del triathlon e campionessa mondiali junior nel 2010 nell’Acquathlon, Elena è stata protagonista in maglia Athletic Terni sia ai campionati italiani di cross che nella Coppa dei Campioni di cross. In pista ha al suo attivo un 17’35” nei 5000 metri. Al secondo posto Manuela Piccini (La Sbarra & I Grilli) in 14’30″, mentre terza si piazza Tania Palozzi (#iloverun Athletic Terni) in 15’03″.

Gara veloce in pieno stile ‘Country’ con salite impegnative e passaggi sullo sterrato che hanno impegnato ma anche divertito i partecipanti. La partenza a intervalli di 20 secondi tra un atleta e l’altro ha regalato un momento emozionante quando l’arrivo di Francesca Muccioli ha coinciso con la partenza di Antonio Zaratti. I due podisti dell’Atletica Rocca Priora sono sposati da poche settimane ed erano appena rientrati dalla luna di miele. “Se mi fossi rimesso i panni dell’atleta avrei apprezzato anche io il percorso – ha commentato il presidente dell’#iloverun Athletic Terni, Leonardo Bordoni – è stata una gara sui generis, ma le prove in solitaria a cronometro sono sempre affascinanti. La partenza ravvicinata porta a esprimersi al meglio ed il percorso lungo il territorio comunale di Arrone è sempre bello e apprezzato”.

Queste le parole del vincitore Jean Marc Louaty Diomande: “Era tanto che non correvamo su strada e avevamo voglia di dare il meglio. Alla partenza tanta adrenalina, siamo abituati a stare in gruppo. Oggi invece bisognava cercare di riprendere il compagno che vedevamo davanti e bisognava. A metà percorso un po’ di salita ma sentivo bene le gambe e sono andato a tutta”.

Per la vincitrice Elena Petrini: “Peccato non poterla fare in modalità classica ma è stata una gara divertente ed uno stimolo diverso. Bisogna concentrarsi sul fare il meglio e superare se stessi. Percorso impegnativo, ma bello e piacevole tra vallonate, sterrate, curve e salite. Gara veloce di 4 km ma a livello muscolare è stata molto dura”.