L’emergenza sanitaria da coronavirus ferma anche il grande ciclismo. La Federazione Italiana, visto il diniego delle autorizzazioni da parte di alcuni organi competenti, ha infatti deciso di annullare la prossima Tirreno-Adriatico, che doveva corrersi dall’11 al 17 marzo.

La partenza della quarta tappa della corsa dei due mari, la Terni–Sassotetto di 204 km, doveva peraltro avvenire proprio dal capoluogo ternano che avrebbe riabbracciato, così, il grande ciclismo.

Stessa sorte subiranno anche la Milano-Sanremo, prevista per il 21 marzo e Il Giro di Sicilia in programma dall’1 al 4 aprile.

Gli organizzatori stanno cercando di ricollocarle in altre date nel calendario ciclistico internazionale.