E’ arrivata anche la conferma ufficiale. Il prossimo 14 marzo il grande ciclismo fara’ ritorno a Terni per la partenza della quarta tappa della Tirreno-Adriatico. La 55^ edizione della Corsa dei due Mari, in programma dall’11 al 17 marzo 2020 e organizzata da RCS Sport, e’ stata presentata al Teatro Concordia di San Benedetto del Tronto. Percorso che strizza l’occhio a corridori completi che senza la cronosquadre iniziale dovranno affrontare l’arrivo in salita a Sassotetto, la cronometro finale a San Benedetto del Tronto oltre a tre tappe adatte ai velocisti e due mosse e insidiose adatte ai finisseur. Vincenzo Nibali, due volte vincitore della Corsa dei Due Mari (2012, 2013) ha annunciato che sarà al via dell’edizione 2020. La tappa regina partira’ da Terni: una frazione molto impegnativa con sei salite , di cui 4 classificate GPM. In partenza si supera il passo della Somma per scendere su Spoleto e dopo Campello sul Clitunno scalare la salita di Pettino (15 km con pendenze attorno al 6/7%). Segue un tratto misto dove si superano il Valico del Soglio, Cerreto di Spoleto e Norcia per affrontare il GPM di Forca di Ancarano e entrare nei monti Sibillini. Dopo Visso si sale al Santuario di Macereto preceduto dallo scollinamento di Santa Margherita. Raggiunta Polverina si percorrono strade ondulate e mosse altimetricamente per arrivare a Sarnano e affrontare la salita finale di Sassotetto, dalla pendenza abbastanza costate tra il 6 e il 7% con alcuni picchi oltre il 10% e costituita da lunghi rettilinei intervallati da tornanti. La pendenza si addolcisce a ridosso dell’arrivo. Camaiore resta la città di partenza anche se non ci sarà la cronosquadre ma una tappa in linea, adatta ai velocisti (134 km). La seconda frazione va da Camaiore a Follonica, con circuito finale di 20 km e il breve strappo dell’Impostino (198 km). La terza giornata, da Follonica a Sacrofano, in provincia di Roma, offre una tappa lunga e ondulata con finale al 6-7% di pendenza (233 km). Dopo la Terni-Sassotetto, la quinta tappa, Pieve Torina-Loreto (181 km), è quella dei Muri. Sesta frazione da Castelfidardo a Senigallia (179 km), non particolarmente impegnativa, e conclusione a San Benedetto del Tronto con la tradizionale cronometro individuale di 10 km.
La Tirreno-Adriatico a Terni potrebbe essere solo un antipasto in vista di un 2021 che potrebbe riservare piacevoli sorprese ai tanti umbri appassionati di ciclismo. Quest’anno il Giro d’Italia non transitera’ in Umbria ma si sta gia’ lavorando, stando ad alcuni indiscrezioni, sia in provincia di Terni che in quella di Perugia, per avere la corsa rosa nel 2021.