La Ternana Calcio ha deciso di inoltrare reclamo contro l’inibizione di un mese inflitta al proprio direttore sportivo, Luca Leone, a seguito della condotta tenuta a margine della partita di Vibo Valentia di domenica scorsa.

Il ds, che dovrà corrispondere anche una sanzione di 1.000 euro, è stato ‘squalificato’ fino al 30 novembre dal giudice sportivo per aver assunto un “comportamento reiteratamente offensivo verso la terna arbitrale”.

“Riteniamo eccessiva la punizione – commenta il vice presidente della Ternana, Paolo Tagliavento – anche perché, nel corso di una gara, così come in un momento particolare del campionato, può accadere di vivere gli eventi con un po’ di tensione, soprattutto quando tutti, società e tifosi in primis, si aspettano di continuare la striscia positiva di inizio campionato che si è invece interrotta nelle gare con L’Avellino e la Vibonese”.