Continua il trend positivo per i ragazzi del circolo canottieri piediluco, il bacino è sempre quello di Sabaudia, l’appuntamento è il campionato laziale che ha assegnato nella domenica appena trascorsa, i titoli regionali per l’anno 2019.
La prima a scendere in acqua per i colori giallo-blu è anche l’ultima arrivata nella famiglia CCP, Ginevra Nastro. Un debutto che doveva soltanto essere un primo approccio al mondo agonistico. Ma Ginevra, già figlia d’arte e sorella di un altro promettente canottiere, prende la gara da par suo e dopo una partenza in sordina, non perde la calma e colpo su colpo, rientra nel gruppo. A metà gara è in lotta per la medaglia di bronzo, ma sembra che la giovane marmorese non sia ancora soddisfatta e tenta l’aggancio alla seconda posizione. Purtroppo il traguardo è a pochi metri e l’argento sfuma per poco, ma per i tecnici CCP, è un bronzo che vale quanto un oro.
Dal debutto di una neofita, all’ostinazione di due “vecchietti”, il passo è breve e così la strana coppia cresta-giampetri, marmorese il primo, reatino il secondo, tenta di replicare il miracolo della passata regata, ma l’equipaggio del the core, che gioca in casa gli toglie il piacere del primo posto, relegandoli alla seconda piazza.
Per fortuna c’è già un altro Cresta pronto a ripagare il torto subito. Si tratta di Filippo, tanto esile quanto determinato a ribadire che la vittoria nella precedente gara, non si trattò di un caso fortuito. E lo fa così bene che non solo vince, ma lo fa con il miglior tempo di entrambe le finali della sua categoria.
Chi attendeva la gara del singolo 7’20 allievi B1, per vedere se Elia Graziani potesse abdicare dal gradino più alto del podio, dovrà attendere ancora per molto, a giudicare dalla solita scioltezza con cui ha dominato tutti i 1000 metri di regata.
In chiusura tocca alle 2 ragazze, Sofia Marcelloni e Asia Costi, categoria allievi C, cimentarsi nel singolo 7’20. Ed è proprio Asia a conquistare l’altro argento di giornata, lasciando l’oro ad un’atleta delle fiamme gialle, non senza aver tentato fino all’ultimo colpo di strappare il titolo regionale all’atleta laziale. Quinto posto per Sofia, fuori dal podio ma che ha dato segnali di miglioramento dalle passate competizioni.
“i ragazzi crescono nella qualità e nel numero” è il commento dei tecnici CCP, “gli atleti più esperti stanno migliorando giorno per giorno e sono da esempio alle nuove leve che stiamo inserendo man mano nella squadra agonistica.
Il prossimo appuntamento è il festival dei giovani a Milano per il primo weekend di luglio, una kermesse che è una sorta di campionato italiano per i piccoli canottieri di tutta Italia e se le premesse sono queste, c’è da scommettere su i giovani del Circolo Canottieri Piediluco.