E’ stato presentato presso la sala consiliare ternana di Palazzo Spada, il programma della storica 1000 Miglia, giunta alla sua 37/a rievocazione, che partirà da Brescia mercoledì 15 maggio e che farà tappa a Terni nella serata di giovedì 16 maggio. “Un altro giorno di festa per la città e per lo sport – ha detto l’assessore Elena Proietti – che ha pubblicamente ringraziato la Borzacchini Historic per aver riportato una delle più importanti manifestazione motoristiche a Terni.

Nata nel 1927 e disputata fino al ’57, ha avuto una fase di pausa per poi ripartire ed ora torna a Terni con lo spirito di far conoscere il nostro territorio”. “La manifestazione – afferma l’assessore alla polizia municipale Stefano Fatale – coinvolgerà il centro storico favorendo l’afflusso di persone anche in un giorno infrasettimanale e rendendo la città attrattiva. Annunciamo qualche disagio sulla viabilità che stiamo gestendo con la Polizia municipale. Ci sarà anche – aggiunge – uno spettacolo dedicato alla figura Baconìn Borzacchini”.

La Freccia Rossa attraverserà il cuore dello stivale verso la Capitale, per poi tornare a Brescia sabato 18 maggio, dopo aver fatto tappa a Cervia – Milano Marittima, Roma e Bologna. Il passaggio delle vetture storiche a Terni è previsto il 16 maggio alle 18.10, mentre le auto moderne del Ferrari Tribute to 1000 Miglia e del Mercedez-Benz 1000 Miglia Challenge passeranno verso le 16.30. Una tappa che si svilupperà attraverso i passaggi a Cesenatico, Gambettola, Urbino, Corinaldo, Senigallia, Fabriano, Assisi, Perugia – Terni per l’appunto – Rieti e terminerà nella Capitale.

“Cerchiamo di far conoscere l’Italia – ha aggiunto il vicepresidente del Comitato operativo della 1000 Miglia Giuseppe Cherubini – promuovendo la bellezza dei territori che attraversa anche negli angoli più nascosti e Terni è una delle poche località dove facciamo due eventi (controllo orario e controllo timbro). 1800 chilometri, 112 prove cronometrate con un comune denominatore: la passione ed i visitatori che ci accolgono nel percorso”.

“Si tratta di un museo itinerante a cielo aperto – ha evidenziato da parte sua Giorgio Natali, presidente del Borzacchini Historic e dell’Aci Terni – soprattutto in ricordo di Borzacchini che nel 1932 vinse la targa Florio e le 1000 Miglia ed allestiremo anche una mostra fotografica nella biblioteca comunale di Terni con la targa e le coppe vinte dal campione italiano”. Al termine del passaggio prenderà vita lo spettacolo su Borzacchini (ore 19.30 piazza San Francesco) che l’attore protagonista Stefano De Majo ha definito “multisensoriale e un’esperienza nel tempo” attraverso la storia narrata dallo storico fraterno amico del celebre pilota, Tazio Nuvolari.