Dagli spalti ha protestato troppo “energicamente” contro i giocatori della squadra avversaria, poi il tifoso ha minacciato la terna arbitrale: identificato dalla digos di Perugia è risultato dirigente e allenatore dei portieri di una squadra impegnata in un incontro di calcio dilettanti. Al termine degli accertamenti è stato segnalato alla procura della Repubblica e a suo carico è stato disposto il divieto di accesso per un anno ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive.

In base alla ricostruzione della polizia, le proteste dell’uomo si sono rivolte dapprima verso gli occupanti la panchina della squadra avversaria e poi nei confronti della terna arbitrale. Dopo la fine della partita ha quindi rivolto – riferisce la Questura – delle “gravi minacce” nei confronti dei direttori di gara. La digos ha poi ricostruito quanto accaduto e all’uomo è stato comminato il daspo.