Una dedica speciale al papà che non c’è più e l’emozione di essere applaudito dal gotha della scherma internazionale. Sabato sera a Parigi, al termine dei lavori del Congresso FIE 2018, Alessio Foconi ha ricevuto, da parte della Federazione Internazionale di scherma, il riconoscimento per la conquista della Coppa del Mondo della stagione 2017-2018 nel fioretto maschile individuale. È il meritato premio a un anno agonistico che ha visto il fiorettista ternano autentico dominatore in pedana nel circuito iridato.”Devo dire che è stata una gran bella soddisfazione”, il commento di Foconi. E poi l’hashtag che l’ha reso famoso, quel #daje, che per l’occasione è diventato #dajepapè, per dedicare un trofeo così prestigioso al suo primo tifoso scomparso qualche mese fa. Alessio Foconi ha ricevuto

il premio da Aldo Montano, rappresentante degli atleti in seno alla Federazione Internazionale, e prima della consegna ha stretto la mano al presidente della FederScherma italiana, Giorgio Scarso, sfilando dinanzi ai vertici FIE con il sorriso raggiante di chi ha compiuto una grande impresa. L’eco della sua gioia, ovviamente, arriva fortissima a Terni e in tutto il Circolo Scherma Terni dove Alessio, portacolori dell’Aeronautica Militare, si allena con il Maestro Filippo Romagnoli, anche lui presente a Parigi insieme alla mamma di Alessio, la signora Patrizia, e al vicepresidente del Circolo Scherma Terni Pier Luigi Boscia, membro della Commissione Legale della FIE. A Parigi, l’Italia è stata la Nazione protagonista della cerimonia di premiazione, avendo raccolto ben undici riconoscimenti, di cui otto legati ai ranking di Coppa del Mondo.