“Siamo di fronte ad una sentenza che potrebbe essere definita una supercazzola”: così il patron della Ternana, Stefano Bandecchi, commenta la decisione del Tar del Lazio che ha respinto il ricorso della Pro Vercelli contro il format della serie B a 19 squadre. Lo fa ricorrendo a una parola resa celebre dal film Amici miei.

“Sinora avevamo le idee poco chiare – ha sottolineato Bandecchi – ora invece le abbiamo molto confuse”.

Secondo i legali della Ternana il provvedimento, pur rinviando il procedimento al Tribunale nazionale federale, non scioglie i dubbi sulla competenza. In quanto non esclude quella del Collegio di garanzia del Coni.