E’ stata avara di medaglie per i colori azzurri la terza giornata di gara ai Campionati Europei di scherma paralimpica Terni2018. L’Italia rimane bloccata nel medagliere a quota cinque medaglie grazie alle due d’oro, a cui si aggiungono una d’argento e due di bronzo. Il miglior piazzamento degli azzurri è quello di Marco Cima nella sciabola maschile categoria B. L’atleta, fresco del titolo europeo nel fioretto maschile, si ferma ai quarti di finale perché sconfitto per 15-12 dal polacco Adrian Plota, poi vincitore del titolo continentale di categoria. Stop nel turno dei 16 per Gianmarco Paolucci, eliminato per 15-6 dal francese Maxime Valet. Erano stati eliminati dopo la fase a gironi gli altri due azzurri Michele Vaglini e Dennis Masiero. Azzurri lontani dal podio anche nelle altre tre gare di giornata, quella di spada maschile, categoria A, quella di sciabola femminile, categoria A, e quella di spada femminile, categoria B. Tra gli spadisti, Emanuele Lambertini e Matteo Betti escono sconfitti nel turno dei 16. Il primo è stato fermato dall’ucraino Andrii Demchuk per 15-9, mentre Betti è stato superato 15-10 dal britannico Piers Gilliver. Stop invece nel primo assalto del tabellone ad eliminazione diretta per Edoardo Giordan, sconfitto 15-10 dal russo Gavrilenkov e per Matteo Dei Rossi, uscito di scena dopo aver subìto il 15-13 dall’ucraino Mahula. Nella sciabola femminile, categoria A, Loredana Trigilia, Andreea Mogos e Sofia Brunati sono state sconfitte agli ottavi. La prima ha subìto la stoccata del 15-14 contro la georgiana Nino Tibiashvili, mentre Andreea Mogos è stata eliminata dalla francese Sabrina Poignet per 15-2. Sofia Brunati invece è stata sconfitta 15-5 dall’ungherese Eva Andrea Hajmasi. Era uscita di scena dopo la fase a gironi Liliana Tolu. Nella gara di spada femminile categoria B, invece, Rossana Pasquino ed Alessia Biagini escono di scena agli ottavi perché fermate rispettivamente dalla bielorussa Anastasia Kastsiuchkova per 15-11 e dalla polacca Patrycja Hareza per 15-6, mentre dopo la fase a gironi erano state eliminate sia Michela Pierini che Matilde Spreafico.