Si svolgerà sabato 15 e domenica 16 settembre l’ultima tappa del trofeo Triathlon Umbria, per le classifiche Sprint e Giovanile, nell’ambito della 4° edizione del Triathlon del Drago, organizzata dal Terni Triathlon. La manifestazione è stata presentata questa mattina presso la sede municipale ternana di Palazzo Spada.

Si tratta di una gara frazionata in tre prove che i concorrenti – sono previsti oltre 500 atleti – dovranno affrontare senza interruzioni iniziando dal nuoto, per una distanza di 750 m all’interno del parco Chico Mendes, passando al ciclismo su un multilap in pianura sulla strada Marattana per 20 km, concludendo con gli ultimi 5 km di corsa fino all’arrivo allestito di fronte al Chico Mendes.

La prova è rivolta alle categorie minicuccioli, cuccioli, esordienti, ragazzi, YA, YB, Junior, Senior e Master.

“Il Triathlon – ha detto l’assessore allo Sport Elena Proietti – è uno sport molto conosciuto e praticato, rappresenta una sfida con se stessi, una prova multidisciplinare di resistenza e di forza veramente impegnativa sotto tutti i profili. Nonostante si tratti di uno sport relativamente giovane, a Terni ha già i suoi appassionati e sostenitori che stanno facendo diventare questa manifestazione un appuntamento di interesse per tutta la città. E’ nostra intenzione contribuire a promuoverlo, con i mezzi a nostra disposizione, lavorando anche per incrementare l’offerta di competizioni ben strutturate come questa”.

“Siamo davvero soddisfatti della risposta degli iscritti – ha aggiunto il vice presidente del Terni Triathlon, Fabrizio Castellani – questo ci ripaga delle fatiche nell’organizzazione di una due giorni davvero impegnativa”.

“Non resta che augurarci – ha sottolineato il consigliere federale Fitri Riccardo Giubilei – che questa gioia e questa attenzione con cui noi stiamo cercando di organizzare gli eventi su Terni continui a portare i suoi frutti. Io credo che tutte le associazioni diano un contributo molto fattivo e il Terni Triathlon è, indubbiamente, tra queste. Un ringraziamento sentito, da parte mia e dell’associazione che rappresento, all’Amministrazione comunale, anche per aver saputo cogliere e rilanciare negli anni un’attività che si sposa perfettamente con il nostro territorio perchè mette insieme la natura, l’acqua, la corsa, il bel vivere, elementi caratteristici con cui possiamo esportare il nostro prodotto Umbria”.

“Dobbiamo ripartire dallo sport, dobbiamo ripartire dal turismo sportivo – conclude l’assessore – che deve essere un volano per la ripresa economica della nostra città”.