Anita gareggiava in due categorie del Kumite (combattimento) del prestigioso torneo svizzero, juniores -59 kg e Open e mentre nella juniores, affrontando la danese Aakermam bronzo agli europei EKF 2017, dopo un incontro molto equilibrato, ha perso di misura 1 a 0 con una tecnica agli ultimi secondi, nella finale per il bronzo contro la Ucraina Sinchukouska e’ riuscita a portare a casa la medaglia con un 2 a 1 che la porta sul podio in compagnia della fortissima atleta della nazionale Italiana Veronica Brunori.

Ma le soddisfazioni arrivano nella seconda categoria, la Open, in cui sono ammesse tutte le atlete minorenni, delle varie categorie di peso, dove Anita malgrado il suo peso leggero (54 kg) e la sua giovane età (ha da poco compiuto 16 anni) si esprime al meglio, battendo al primo turno la svizzera Pich Valentine 1 a 0 per poi incontrare la connazionale Pamela Bodei atleta della nazionale Italiana, campionessa Italiana juniores +59 kg, vincendo per 3 punti a 2.
Il terzo incontro con la francese Girard Ilona, vinto con un netto 3 a 0 spalanca le porte alla finale per l’oro contro la forte nazionale inglese Salisbury Lauren una delle 8 finaliste ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires ad Ottobre 2018 nella categoria +59 kg.

Incontro molto tattico da parte di tutte e due le atlete che si temevano a vicenda ma poi nel finale prevale l’esperienza e potenza fisica dell’inglese che piazza una bellissima tecnica di gamba e vincerà la finale per 3 a 0.
Anita sconfitta ma con onore e con la consapevolezza della sua ottima prestazione e di un meritato secondo posto.
Grande soddisfazione del maestro e padre dell’atleta, Fabrizio Pazzaglia.
Noi non possiamo che dare un grande in bocca al lupo alla giovane Anite, convinti di sentire ancora parlare di lei nei prossimi impegni nazionali ed internazionali.