C’è comunque un po’ di Italia ai Mondiali di calcio al via oggi in Russia. E’ stata infatti la Covestro, l’azienda di nera Montoro specializzata nella produzione di polimeri, a realizzare la copertura dello Stadio “Luzhniki”, di Mosca, dove si svolgeranno la partita inaugurale e la finale del torneo.

La struttura, in lastre alveolari in policarbonato, con una superficie di circa 36 mila metri quadri ed un peso complessivo di circa 200 tonnellate, è infatti stata prodotta nella primavera del 2016 nello stabilimento di Nera Montoro di Covestro e trasportata nella capitale russa, grazie ad una trentina di autoarticolati, nella seconda metà dello stesso anno.

I pannelli sono stati realizzati con una geometria reticolata ed ad elevato peso specifico per assicurare estrema resistenza al carico neve, decisamente alto alla latitudine di Mosca. Applicato, inoltre, un trattamento superficiale in grado di garantire una protezione dalle intemperie per almeno 25 anni.