Sono state quattro le medaglie conquistate dagli atleti gialloblù nelle regate del 1° Meeting Nazionale che si è svolto sabato e domenica scorsi a Piediluco.

La prima medaglia è arrivata nel primo giorno di gare grazie a Matteo Tonelli, ottimo secondo nel Singolo junior maschile. Nella stessa giornata da segnalare anche il settimo posto in finale conquistato da Clelia Stefanini nel Singolo junior femminile e il quinto posto di Matteo Mulas nel Singolo pesi leggeri.

Domenica, poi, Adriano Crespi, alla sua prima gara in assoluto, si è aggiudicato con autorità la finale del singolo esordienti e poco dopo sono arrivate anche due splendide medaglie d’argento: la prima grazie ancora a Matteo Tonelli in coppia con Lorenzo Pecorari nel Doppio junior maschile, a meno di un secondo dai primi, e la seconda per merito di Matteo Mulas e di Catello Amarante (Marina Militare) nel Doppio pesi leggeri, gara quest’ultima nella quale sono giunti a ridosso dell’equipaggio Ruta-Oppo (misto Fiamme Oro-Carabinieri), vicecampioni del mondo nel 2017, precedendo anche l’altro equipaggio dell’Italia Team composto da Micheletti-Goretti (entrambi Fiamme Oro). A queste medaglie si aggiungono anche gli ottimi piazzamenti in finale ottenuti da Clelia Stefanini, quinta nel Doppio junior femminile in coppia con Silvia Capozzi (Fiamme Gialle), l’ottavo posto di Tommaso Molinari e Alessio Nastro nel Doppio junior maschile e lo stesso piazzamento ottenuto da Lorenzo Pecorari nel singolo ragazzi maschile.

I riflettori ora si spostano sul Memorial d’Aloja, giunto alla trentaduesima edizione, le cui batterie scatteranno venerdì prossimo. Alla manifestazione che segna l’apertura della stagione internazionale, il CLT sarà presente con tre equipaggi: Clelia Stefanini gareggerà nel Due senza junior femminile in coppia con Morena Perino del Cus Torino, Matteo Tonelli e Lorenzo Pecorari saranno nel doppio junior maschile e Francesco Molinari nel singolo pesi leggeri. Matteo Mulas gareggerà invece con i colori della nazionale italiana, i cui tecnici non hanno ancora ufficializzato le gare alle quali faranno partecipare gli azzurri. L’auspicio è quello che tra i pesi leggeri si segua la medesima strategia dello scorso anno, quando furono schierati ben tre doppi pesi leggeri.