In merito all’amichevole del 2 agosto contro l’Ebolitana che si disputerà a porte chiuse il presidente dell’Unicusano Ternana, Stefano Ranucci, comunica quanto segue:

“Sono molto dispiaciuto che la prima partita di questa nuova stagione nel nostro stadio si debba giocare a porte chiuse. Mi dispiace per i tifosi che ci avrebbero dato per l’ennesima volta prova della loro passione ma questa misura si è resa necessaria di concerto con la Questura di Terni in quanto stiamo tutti lavorando alacremente per far si che il Liberati sia pronto per l’esordio in Tim Cup di domenica prossima. Con il Questore abbiamo quindi deciso che, per motivi di sicurezza e per non rallentare i lavori in corso fosse necessario disputare la gara a porte chiuse. I giocatori e lo staff tencico dell’Unicisano Ternana del resto hanno manifestato l’esigenza di giocare questa amichevole allo stadio per abituarsi alle misure di tutte le gare ufficiali, dopo il lungo periodo di ritiro. Ribadisco il mio grande rammarico di non poter condividere questo momento di sport con i nostri tifosi che aspetto invece per la partita con il Trapani dove insieme faremo il tifo per le Fere!”.