Ancora nessuna particolare novità sul versante della soluzione al passaggio di mano della Ternana, anche se dall’entourage rossoverde si ammette che qualche manifestazione di interesse c’è stata e almeno altre due sarebbero in arrivo.

Top secret sui nomi, perchè l’avvocato Massimo Proietti, il legale incaricato da Simone Longarini di vagliare le candidature di tutti gli aspiranti acquirenti della società di Via Aleardi non si sbottona e non lascia trapelare nemmeno qualche indizio.

La ricerca non è facile, ma sembra che possa esserci un ritorno di fiamma da parte di Piero Camilli, imprenditore di successo nel settore della macellazione di ovini e bovini, ora presidente della Viterbese, formazione di serie D ed ex presidente del Grosseto ai tempi della serie B.

E’ vero che nei giorni scorsi l’imprenditore di Grotte di Castro aveva esternato la volontà di lasciare il calcio, ma forse attirato da una piazza in cui basta poco per poter far scoccare la scintilla della passione potrebbe cambiare idea.

Tra l’altro Camilli aveva già provato a rilevare la Ternana tempo indietro ma la cifra richiesta era spropositata per cui non se ne fece più niente. Ora, invece, l’eventuale acquisto potrebbe rappresentare un ottimo investimento: 4 contratti in essere, nessun debito e nessun contratto pluriennale ad eccezione di quelli accennati.

Le parti potrebbero incontrarsi, per una prima presa di contatto, già nelle prossime ore.