Con l’arrivo della torcia olimpica, l’accensione del tripode e il giuramento dell’atleta, si sono ufficialmente aperti, a Terni, i XXXIII Giochi nazionali estivi Special Olympics, in programma, fino a domenica, tra il capoluogo ternano e Narni.

La cerimonia di inaugurazione e la sfilata delle delegazioni, si e’ svolta ieri sera in un’affollata Piazza della Repubblica, al termine dell’ultima tappa della Torch run, la ‘maratona’ che nell’ultima settimana ha condotto la torcia in 16 Comuni umbri. Oltre 700 gli atleti con disabilita’ intellettiva che partecipano alle competizioni, provenienti da 14 regioni italiane, ma anche da Olanda, Gran Bretagna, Lettonia, Ungheria e San Marino. Atletica, tennis, golf, canottaggio rowing e nuoto le discipline nelle quali si sfideranno.

Alla cerimonia di ieri sera hanno partecipato, tra gli altri, il presidente di Special Olympics Italia, Maurizio Romiti, il direttore regionale Umbria e presidente del comitato organizzatore locale, Fabio Casali, e il presidente del Coni Umbria, Domenico Ignozza. Presenti anche il vicepresidente della Regione, Fabio Paparelli, la presidente dell’Assemblea legislativa, Donatella Porzi, il vicesindaco di Terni Francesca Malafoglia ed il Vescovo della Diocesi di Terni, Narni ed Amelia, Giuseppe Piemontese, che ha benedetto gli atleti. “Ringraziamo chi ha scelto questa regione per un evento dove gli atleti si cimentano in un’avventura sportiva e umana indimenticabile” ha detto il vicepresidente umbro Paparelli, “Lo sport – ha aggiunto – sa costruire relazioni che rappresentano un di piu’. Mi auguro che vincano i sogni migliori”.