Sarà una sorta di terzo tempo anticipato quello organizzato e proposto dal Gs Alviano Calcio alla squadra del Cascia, prossima avversaria domenica 2 aprile. La società ha infatti deciso di invitare a pranzo la compagine della Valnerina in segno di solidarietà a seguito degli eventi sismici dei mesi scorsi. La gara, valevole per il girone D di Prima categoria verrà quindi preceduta da un evento conviviale al quale saranno presenti gli atleti e i dirigenti di entrambe le squadre.

“Rispondere uniti come una squadra di calcio, questo l’Umbria, questa l’Italia tutta contro il terremoto”, commenta il sindaco Giovanni Ciardo. “Per questo – aggiunge – l’iniziativa del G.S. Alviano ha una valenza forte. Dal primo giorno il nostro paese si è messo all’opera con iniziative benefiche per aiutare i territori più colpiti. Questa iniziativa si inserisce in quel solco. Ora è importante continuare a tenere i riflettori accesi sui territori colpiti e non solo, ma anche doveroso ribadire che è il momento di tornare a visitare le bellezze della nostra Umbria e di tutte le altre regioni, ferite ma non arrese, anzi con molte idee e progetti, anche a livello turistico e culturale, per andare verso una stagione che possa farci tornare a divertire e godere dei castelli, musei, colline e luoghi verdi, per esperienze indimenticabili.

Io sarò, come molti dei miei concittadini, sugli spalti domenica, a tifare non solo per una bella partita ma per un’Umbria solidale che riparte”. “Abbiamo deciso di invitare a pranzo i nostri avversari, prima della sfida al San Rocco del pomeriggio – spiega invece il presidente del Gs Alviano, Michele Ceccaccio – perché siamo consapevoli di quanto possa costare in termini economici la trasferta di un’intera squadra, considerando, soprattutto, gli sfortunati eventi che hanno colpito il comune di Cascia e gli abitanti della Valnerina”.