E’ stato pubblicato il bando, che rimarrà aperto fino al 7 aprile, per la concessione per affidare la progettazione, la costruzione e la gestione del nuovo palazzetto polifunzionale che sorgerà nell’area dello stadio. L’Amministrazione Comunale di Terni chiede un intervento economico di 38 milioni da parte dei privati, avendo definito una procedura che punta alla individuazione di un investitore privato.
Il bando prevede in carico al concessionario tutti gli oneri relativi ai diversi aspetti dell’elaborazione delle successive fasi progettuali, dell’esecuzione dei lavori (compresa la delocalizzazione e realizzazione altrove delle strutture attualmente presenti sull’area e la realizzazione di strutture extrasportive in una superficie di 5000 mq), la manutenzione, e  la gestione per un massimo di 30 anni, come contropartita per l’investimento. Spetta al Comune un contributo in qualità di corrispettivo in conto investimenti non superiore a 3.200.000 euro.  Il tempo per l’esecuzione dei lavori costituenti l’intervento è non superiore a 24 mesi, il valore stimato della concessione, derivato dal piano economico e finanziario di massima alla base dell’operazione.
“Siamo molto soddisfatti di come sta procedendo l’iter. La velocità con cui si è giunti in questa fase è frutto di un lavoro competente e di un’efficiente organizzazione e porterà in tempi contenuti al compimento di un’opera che potrà realmente promuovere lo sport e migliorare l’offerta infrastrutturale della città,  anche in chiave attrattiva e turistica”, dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Bucari.
“La necessità di realizzare il palazzetto dello sport, polivalente e multifunzionale – prosegue l’assessore –   è stata giudicata da questa amministrazione una priorità per una città che conta circa 110.000 residenti, che punta al terziario avanzato e si rivolge a un territorio ben più ampio di quello riconducibile ai soli confini comunali. L’obiettivo è sicuramente ambizioso, sia per il pregio delle aree interessate, sia per le destinazioni urbanistiche previste, sia per la valenza e la portata degli investimenti, ma l’operazione è il frutto di una scelta ampiamente ponderata anche attraverso un attento studio di fattibilità che ha fornito una serie di informazioni utili alla fase preparatoria, e un accurato piano economico e finanziario per valutare la sostenibilità economica dell’intervento. La realizzazione del palazzetto si inquadra nel più vasto obiettivo, individuato e cadenzato dagli strumenti di pianificazione, di riqualificazione di un’ampia area centrale, attualmente molto degradata, e implica la delocalizzazione delle strutture presenti e la realizzazione di strutture extrasportive.  In appena un anno stati conclusi importanti passaggi amministrativi: è stato prodotto lo studio di fattibilità, il piano economico e finanziario, una variante urbanistica e un progetto preliminare che il comune mette a gara”.
“La realizzazione del Palasport è fondamentale – dichiara l’assessore allo Sport Emilio Giacchetti -  per le rilevanti potenziali ricadute di carattere socio-economiche sul tutto il territorio comunale e non solo. Questa amministrazione ha espresso, attraverso un processo decisionale condiviso, la volontà di offrire ai cittadini un contenitore destinato allo sport  ma anche ad attività e eventi a completamento dell’offerta turistica, come ad esempio concerti e spettacoli, in modo che diventi un punto di riferimento in ambito regionale e nazionale, accogliendo con slancio la richiesta formulata a più voci dalle varie associazioni del settore e dalla città nel suo complesso”.