Irregolare la presenza in campo di Gnahorè.

Il derby dell’Umbria avrà un strascico a colpi di carte bollate. Da quanto si apprende ,dal sito wwwgianlucadimarzio.com:

Secondo la Ternana il tesseramento del classe ’93 potrebbe non essere regolare, pertanto il club vorrebbe capire se il giocatore realmente potesse prendere parte al match. Gnahoré in questa stagione era stato inizialmente tesserato dal Carpi, rientrando poi al Napoli proprietario del cartellino e passando in prestito al Crotone, prima di raggiungere il Perugia nella sessione di gennaio. Secondo la società rossoverde, dunque, il giocatore avrebbe “esaurito” i possibili trasferimenti consentiti nel corso di una stagione, come stabilito dall’articolo 95 delle NOIF: “Nella stessa stagione sportiva un calciatore professionista può tesserarsi, sia a titolo definitivo che a titolo temporaneo, per un massimo di tre diverse società appartenenti alle Leghe, ma potrà giocare in gare ufficiali di prima squadra solo per due delle suddette società“.

Qualora la posizione di Gnahoré non fosse regolare la Ternana vincerebbe la partita a tavolino, una situazione simile a quella verificatasi a inizio stagione in Pescara-Sassuolo con il ‘caso Ragusa’. Adesso toccherà a chi di dovere decidere sul ricorso, ma intanto il derby tra Ternana e Perugia non è ancora terminato.

Il Perugia, da parte sua, replica che la posizione di Gnahorè è regolare.