Il nuovo anno è iniziato alla grande per Lorenzo Pegoraro con il terzo posto nella classe A3 alla 24 h di Dubai, la più massacrante gara endurance mondiale, guidando una Lotus Elise PB-R allestita appositamente per la maratona mediorientale. Dopo l’ottimo debutto ad ottobre negli USA, con il podio alla 25 Ore di Thunderhill, per Lorenzo non ci poteva essere migliore inizio di stagione.

“È stato davvero difficile guidare per 24h soprattutto di notte e con per la sabbia che ogni tanto arrivava sulla pista. 100 auto che corrono contemporaneamente mettono alla prova anche i piloti più esperti e mantenere al top la concentrazione è stata la chiave fondamentale per portare a casa questo eccellente risultato. Finire una gara di 24 ore è già di per sè un successo; confrontarsi con squadre ufficiali e piloti professionisti da tutto il mondo, arrivare terzi e salire sul podio di Dubai è qualcosa di unico, indimenticabile. Un ringraziamento anche a tutti i ragazzi del team che fin dalle prove libere hanno lavorato giorno e notte, anche perché in gara abbiamo subito due incidenti. Ma questa Lotus si è rivelata davvero veloce, robusta ed affidabile. Grazie a tutti di cuore anche per le emozioni provate”.

Insieme a Lorenzo hanno guidato la Lotus Elise PB-R #133, Stefano d’Aste (già due volte al via della endurance organizzata da Creventic, sempre al volante di una Lotus); Stefano Pasotti (campione Lotus Cup Italia 2016), Michele Bartyan (campione FIA GT 2005).