La squadra di Mister Pellegrini travolge un Falconara ordinato e guardingo che non va più in là di un paio di occasioni per tempo. Pronti via in porta esordisce dal primo minuto Eleonora Cipriani ventiduenne del vivaio rossoverde secondo portiere da tre stagioni alle Ferelle, ternana doc.  La settantina di tifosi rossoverdi in trasferta si è leccata i baffi soprattutto vedendo una Maite così padrona della squadra. Vero e proprio cervello della compagine di Mister Pellegrini la spagnola porta a casa il pallone con un poker e tre assist. La prima marcatura della numero diciassette avviene su schema da calcio d’angolo: Maite va a chiudere sul secondo palo il tiro al volo di Renata su palla alta. La Ternana gioca e si diverte: addirittura tre le occasioni tra Renata e Santos  buttate al vento e allora arriva il colpo che non ti aspetti quelli di Brandolini con una puntata da fuori. Spirito di abnegazione e ordine tattico quello della ragazza di Atri approdata in estate tra il disinteresse generale e che invece sta facendo ricredere tutti a forza di minuti e prestazioni. Due a zero e partita in banca. Non per Maite che decide di inventarsi il terzo gol dopo neanche una manciata di minuti sempre con tiro da fuori: giocata a carrello con Renata, versione assist woman per oggi. Il quarto lo segna Ludovica Coppari.

Si va al secondo tempo ed è qui che la Ternana Femminile mostra la propria maturità continuando a pressare e a fare la propria gara. Arriva il quinto gol di giornata di Maite che ruba palla e s’invola insieme a Neka in contropiede finta il passaggio al Capitano e invece conclude di punta sotto le gambe di Ceravolo. Prestazione sopra le righe anche per Presto che per tre volte ferma in sequenza all’uno contro uno: De Angelis, Xhaxho e Correia. Il sei a zero arriva con il duetto tra Santos e Renata un dai e vai che fa scagliare alla numero dodici una martellata clamorosa che termina in gol. Sette a zero di Renata che non ci sta a mancare dal tabellino.

foto Pagliaricci