Prosegue con successo la presentazione nelle scuole della Carta del fair-play, Carta dei diritti del ragazzo e Carta dei doveri del genitore promosse dal Panathlon club di Terni. I soci del club ternano si sono recati nella scuola media Leonardo da Vinci per proporre un manifesto didattico perché la promozione dello sport passa anche per la diffusione dei valori e del rispetto delle regole, soprattutto in ambito scolastico. Tutto possibile anche grazie all’aiuto dell’ufficio scolastico provinciale, rappresentato da Mauro Esposito. Il presidente Massimo Carignani è stato accolto nell’istituto da Vinci dalla vice preside Alessandra Rotondi che ha sottolineato “anche noi come scuola cerchiamo di dare spazio allo sport, per questo diamo opportunità di essere aperti anche nel pomeriggio, proprio perché di questi tempi diventa difficile anche praticare sport e noi come scuola entriamo in campo per sopperire alle carenze che spesso si vengono a creare.” “Lo sport individua, crea e forma persone migliori e noi come Panathlon, ha affermato Carignani, portiamo avanti i valori che lo sport può dare alla nostra società. Fare sport è anche cultura, perchè abitua al rispetto dell’altro.”