Quella vista contro il Vicenza è stata la Ternana più bella dell’intera stagione: corta, concentrata, propositiva e con la giusta intensità e continuità.

Insomma, nessuno dei pochissimi presenti al Liberati, poco più di 2.500 presenti, è uscito dallo stadio deluso. Tutti o quasi, l’incontentabile per spirito di contraddizione c’è sempre stato e sempre ci sarà, ha espresso la propria soddisfazione per la prestazione della squadra e dei suoi componenti.

Una giornata finalmente in cui si torna a guardare il futuro con più ottimismo perché si comincia ad vedere una maggiore convinzione nei propri mezzi e una interpretazione della partita sicuramente molto più confacente allo svolgimento della stessa.

E bravi tutti gli interpreti, anche se meritano una menzione particolare Vitale, il capitano sta disputando una stagione con i fiocchi, Ceravolo, Falletti, quarto gol stagionale per lui, ed il giovanissimo Valjent che ha giocato con la sicurezza e con la maturità di un giocatore già affermato e consolidato in categoria.

L’importante, ma lo andiamo dicendo da un bel po’, è dare continuità alle prestazione ed ai risultati perché con una classifica così corta, 8 squadre nel giro di 4 punti, è facile venire fuori dalla zona a rischio ma è altrettanto facile finirvi  pericolosamente.

E sabato prossimo si va a Vercelli per affrontare una squadra in grande forma e che è reduce dalla vittoria di Salerno. La ” cura Foscarini ” l’ha resuscitata e per la Ternana sarà davvero un impegno probante sotto tutti i punti di vista.

Sulla partita vinta dai rossoverdi vi proponiamo il parere di Roberto Breda, tecnico dei rossoverdi, intervistato da Tele Galileo che si può vedere cliccando sul seguente link del canale you tube di Tele Galileo

watch?v=02Q4p5fWxp8