Presentate questa mattina alcune attività che il CONI sta già svolgendo nella provincia di Terni e che proseguiranno nel 2016. In particolare si tratta di tre progetti: il primo riguarda le attività motorie per la terza età, il secondo è relativo ad attività in aree prive o con scarsa presenza di società sportive, mentre il terzo è un progetto di attività ludico-sportiva rivolta a bambini in condizioni disagiate non praticanti attività sportiva.

I tre progetti proposti sono estremamente significativi – ha commentato la vice sindaco del Comune di Terni Francesca Malafoglia – sia per i destinatari che per le aree prescelte. Come ad esempio quella del quartiere San Valentino sulla quale come amministrazione comunale abbiamo anche partecipato ad un bando del ministero, che ha recepito indicazioni europee, per il recupero delle aree periferiche degradate. Sono convinta – ha proseguito – che il degrado si elimini anche con la promozione della socialità e della cultura”.

Il vice presidente del Coni Umbria Moreno Rosati ha ricordato come questo sia un periodo molto intenso per le attività del Coni. “Mi preme ricordare che la Scuola Regionale dello Sport sta portando avanti una serie di corsi, seminari e convegni in tutta l’Umbria attraverso una attività itinerante, che dunque non si concentri più esclusivamente nella città capoluogo di regione – ha ricordato – inoltre stiamo anche portando avanti e potenziando le attività all’interno di tre strutture carcerarie”.

Sia il delegato del Coni di Terni Stefano Lupi che Moreno Rosati hanno inoltre lanciato una proposta al vice Sindaco Francesca Malafoglia per trovare una possibilità di sgravi fiscali per le associazioni sportive dilettantistiche, soprattutto nel caso in cui diano la possibilità di praticare attività sportiva ai ragazzi e le ragazze che appartengono a categorie svantaggiate o economicamente in difficoltà.

Vanno studiate forme di sostegno per le associazioni sportive del nostro territorio – ha precisato Rosati – visto che oggi tenere in vita una società che opera in questo settore è sempre più complicato”. “Spero si possa trovare un modo per alleggerire le bollette o magari il costo di utilizzo delle palestre – ha proposto Lupi – a maggior ragione per quelle associazioni sportive che fanno l’opera meritoria di ospitare chi non avrebbe altrimenti la possibilità di permettersi di fare attività sportiva”.

Proposta raccolta dal vice Sindaco Malafoglia. “Anche in ragione delle mie deleghe sono particolarmente in sintonia con lo spirito manifestato dal Coni in tutte le attività proposte – ha concluso – dunque sono disponibile a ragionare sulle varie possibilità oggi proposte per trovare le soluzioni più efficaci a sostegno dello sport e delle associazioni”.