Costa cara, alla Ternana Futsal, la vittoria ottenuta nei confronti dell’Isolotto Firenze nell’ultimo turno del massimo campionato di calcio a cinque femminile. Dopo aver visionato i referti presentati dai direttori di gara e dal Commissario presente al Paladivittorio di Terni, il Giudice sportivo ha infatti deciso di far disputare i prossimi due incontri interni a porte chiuse.

Ci sono, poi, i provvedimenti per alcuni tesserati a cominciare dal DS Damiano Basile, squalificato per 6 mesi, che vanno ad aggiungersi alla squalifica rimediata in precedenza (31/12/2018) e che scadrà il 30 giugno 2019.

Squalificati per 2 turni anche il magazziniere Emanuele Messi e per tre il preparatore dei portieri Simone Luconi. Sanzione pecuniaria di 2.500 euro, inoltre, per la società rossoverde “perchè – si legge nella motivazione del provvedimento – prima dell’inizio dell’incontro, sui cancelli di entrata dell’impianto sportivo, venivano esposti cartelli con scritte offensive nei confronti di una calciatrice della squadra avversaria, fatti rimuovere dal commissario di campo e per reiterate corali ingiurie, nel corso dell’incontro, da parte di propri sostenitori nei confronti della medesima calciatrice e dei dirigenti della squadra avversaria”.

La società rossoverde, tramite il suo presidente Raffaele Basile ha annunciato che farà ricorso per sostenere le proprie ragioni e per “sconfessare” quelle che definisce “gravissime falsità ed inesattezze contenute nel dispositivo delle decisioni assunte dal Giudice Sportivo”. In una nota della società, lo stesso Basile annuncia anche che valuterà l’opportunità, o meno, di far proseguire il campionato alla squadra campione in carica.