Il Tribunale federale nazionale ha penalizzato di un punto il Bologna, da scontarsi nella corrente stagione sportiva, e inflitto la sanzione dell’inibizione per tre mesi all’ex presidente Albano Guaraldi.

Il Bologna, che sabato scorso ha pareggiato per 0-0 contro la Ternana, è stato punito “per non avere depositato presso la CO.VI.SO.C., entro il 30 maggio 2014, la dichiarazione attestante l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di gennaio, febbraio e marzo 2014″.

La squadra rossoblù, seconda nella classifica di serie B, alle spalle del Carpi, scende da 45 a 44 punti, comunque un punto sopra al Livorno.

Per alcune irregolarità nei pagamenti, il Tribunale federale nazionale ha inoltre inflitto due punti di penalizzazione al Mantova (Girone A di Lega Pro) e uno alla Reggina (Girone C di Lega Pro).

Entro fine mese dovrebbe arrivare anche la prima penalizzazione, di tre punti, per il Brescia. Il club lombardo, prima della fine del campionato cadetto, subirà anche un’ulteriore penalizzazione.