La Roma espugna il campo del Terni Est, ma la Ternana per gran parte dell’incontro, è stata in partita.

La Ternana Primavera di Fabrizio Durante interrompe la serie positiva e lascia i 3 punti alla Roma, che si impone a Terni per 5-2. Ottavo risultato utile consecutivo per i giallorossi di De Rossi che in questo avvio di campionato non hanno mai perso, quarta sconfitta, invece, per la Ternana che veniva da tre vittorie di fila. I rossoverdi,  dopo un primo tempo in cui la Roma era riuscita ad andare sul doppio  vantaggio grazie al fortunoso gol di  Ferri intorno al 10’ e al calcio di rigore, realizzato da Di Mariano al 32’, cambiano pelle ed atteggiamento nella ripresa.  Nei primissimi minuti della seconda frazione, Boninsegni lascia il posto a Russini e la Ternana comincia a macinare gioco soprattutto sulla fascia sinistra. Battista al 11’s.t. impegna  l’estremo difensore ospite, Marchegiani, che devia in calcio d’angolo; è il preludio di quello che accadrà qualche istante dopo: il corner di Ignazio Battista, trova la testa di Gagliardini che,  sotto misura,  accorcia le distanze. Le ferette si spingono in avanti alla ricerca del pari, ma sugli sviluppi di un contropiede, è la Roma a portarsi di nuovo sul doppio vantaggio grazie ad un colpo di testa dello slovacco Vestenicky, al 20’ della ripresa siamo sul 1-3. Il gol dei giallorossi non sbiadisce le speranze della Ternana, che due minuti più tardi, segna ancora con Tedesco, ben servito da un ispirato Russini, che sulla sinistra ha davvero messo in difficoltà la formazione ospite. Comincia il valzer delle sostituzioni: nella Ternana entrano D’Orsi e  Migliori al posto di Barbiero al 25’s.t. e di Sernicola al 35’s.t., la Roma  risponde inserendo Ricozzi per Adamo al 29’s.t., Soleri per Vestenicky al 32.s.t. e Verde per Ferri al 37’s.t. Sono proprio i due nuovi innesti ad assopire definitivamente le velleità dei rossoverdi: Soleri di testa, al 40’ segna il quarto gol per la Roma,  e Verde al 46’ porta a 5 il conto delle reti, rendendo ancora più pesante la sconfitta. La Ternana, al di là dei tre gol di scarto, porta via la consapevolezza di aver giocato alla pari, almeno per gran parte del secondo tempo, con la miglior formazione del girone C e di aver segnato due reti ad una squadra che fino a quel momento ne aveva subite soltanto 4.Segnaliamo che nei rossoverdi mancavano Gava, Palumbo e Taurino, convocati da Tesser per la gara interna con il Cittadella. In classifica la Roma è sempre in testa con 22 punti, seguita dal Bari con 17 e dalla Lazio con 16. Le ferette sono a metà graduatoria con 10 punti.