Varato dal sindaco di Terni, Leonardo Latini, il nuovo rimpasto della giunta comunale, dopo le dimissioni per “motivi personali”, il 24 maggio scorso, dell’assessore ad Urbanistica e Mobilità, Leonardo Bordoni (Lega). A prendere il suo posto, assumendo le stesse deleghe, sarà il consigliere comunale, sempre della Lega, Federico Cini.

Al giovane neo-assessore – 27 anni ancora da compiere – vanno anche Edilizia privata, Suape, Peep, Paip, Area Vasta.

Contestualmente il sindaco ha anche deciso la revoca dal ruolo di assessore e vicesindaco di Andrea Giuli. A sostituirlo in giunta sarà il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Maurizio Cecconelli, che assumerà, tra le varie, le deleghe alla Cultura e alle Politiche per i giovani.

Delega quest’ultima tolta all’attuale assessore allo Sport, Elena Proietti (FdI), alla quale verranno invece affidati Turismo e Marketing territoriale. Il ruolo di vicesindaco è stato infine affidato all’assessore ai Lavori pubblici e all’Ambiente, Benedetta Salvati (Lega).

Secondo il sindaco Latini il nuovo assetto di giunta permette di affrontare con “nuovo slancio” una fase nuova ed evidenzia “il chiaro e determinante sostegno degli alleati della nostra maggioranza, per essere più forti e coesi nel raggiungere gli obiettivi”. “Dai colloqui avuti nei giorni scorsi – commenta in una nota – è emersa la volontà di ampliare un responsabile coinvolgimento di tutti, nel rispetto dell’identità e dei contributi di ognuno, senza mai dimenticare che le forze che sostengono l’amministrazione sono quelle che hanno raccolto un ampio consenso dei cittadini e che continuano ad essere presenti nei territori in un dialogo costante con la città stessa”.

Augurando buon lavoro ai nuovi assessori, Latini ringrazia il vicesindaco Giuli per aver fornito “un contributo importante alla città, con il suo grande impegno, con le sue idee e i tanti progetti”.