La presidente della Regione, Donatella Tesei, ha illustrato stamani in Aula il Recovery plan dell’Umbria, ovvero le proposte dell’Umbria per la migliore ricaduta possibile del Piano nazionale di ripresa e resilienza sulle linee progettuali individuate dalla Regione per lo sviluppo economico e sociale.

La Presidente ha parlato di “un nuovo posizionamento dell’Umbria nel mondo post covid: quello di una regione verde che deve valorizzare la sua alta qualità della vita, che dovrà renderla più popolata, trattenere giovani, far formare famiglie, fare dell’Umbria un posto dove vivere, lavorare, investire, fare ricerca, fare impresa, anche grazie alla nuova frontiera digitale in cui la nostra regione sarà al centro. Lavoriamo con le altre regioni del centro Italia per obiettivi comuni”.

Il portavoce delle opposizioni, Fabio Paparelli ha replicato affermando che si tratta di una “occasione mancata, tra promesse e annunci che non si concretizzano”.

Dopo la pausa, l’Assemblea legislativa ha preso atto della relazione sul Piano nazionale di ripresa e resilienza umbro esposta dalla presidente della Giunta, Donatella Tesei.

A margine di un articolato dibattito sono state votate le risoluzioni presentate dalle opposizioni. L’Aula le ha bocciate con sei voti favorevoli e 12 contrari.