E’ polemica in Umbria sulla decisione del Comune di Gualdo Cattaneo di non concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre.

L’On. Walter Verini, parla di “gravissima decisione della destra che amministra la città” e di “incredibile e risibile motivazione, quella che non ha legami con il territorio. Dovrebbero vergognarsi, quei signori” afferma il parlamentare del Pd in una nota.

Per il capogruppo Pd in Assemblea legislativa Tommaso Bori “Non c’è senso del pudore e tantomeno del ridicolo quando si nega la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, perché non ha legami storici con il territorio, ma si invita invece la cantante Jennifer Lopez a prendere cittadinanza”. “Una pagina buia della storia della città e dell’Umbria” aggiunge.

“Lo Statuto Comunale di Gualdo Cattaneo non prevede alcuna disposizione in merito alla possibilità di concedere la cittadinanza onoraria” la replica dell’Amministrazione comunale di Gualdo Cattaneo. “A tal proposito – prosegue il Comune – la maggioranza si è fin da subito resa disponibile ad una eventuale modifica o integrazione dello stesso, anche con l’istituzione di un’apposita commissione”.