“Come gruppo consiliare della Lega Terni abbiamo presentato un atto di indirizzo con cui chiediamo alla giunta, che le società o le associazioni sportive del territorio possano beneficiare di agevolazioni, per quanto riguarda il pagamento dei canoni idrici, parificandoli a quelli degli enti pubblici e non a quelli di uso commerciale.

Bene il decreto legislativo del 18 Marzo del governo Draghi, che attua una norma precedente, che consente quindi, quello che noi avevamo già proposto in consiglio comunale e che ci auguriamo trovi la massima convergenza delle forze politiche.

Ci impegneremo affinché l’amministrazione comunale di Terni, metta in atto questa nuova disposizione normativa il prima possibile e vigileremo sulla sua corretta applicazione.

E’ fondamentale agire tempestivamente per dare un po’ di sollievo alle società sportive che gestiscono degli impianti, garantendogli la possibilità di svolgere le loro attività con maggiore serenità e permettendogli di liberare preziose risorse economiche da destinare alla crescita, allo sviluppo e alla valorizzazione dei giovani e dello sport locale”.

Questa la nota con cui il gruppo consiliare della Lega Terni, plaude alla norma del nuovo governo Draghi che, per quanto riguarda la fornitura di acqua per gli impianti sportivi gestiti da società sportive, applica le tariffe per l’uso pubblico del bene.