“Il sindaco di Terni e la giunta Tesei sono dalla parte di Terni e dell’Umbria, spero che lo siano anche le minoranze consiliari del nostro Comune”, risponde così il sindaco Leonardo Latini rispetto alla polemica sollevata da alcuni gruppi di minoranza del consiglio comunale dopo che alcune dichiarazioni dell’assessore Coletto su un media locale riguardanti la sanità umbra erano state da taluni interpretate come una scelta della Regione per l’azienda unica.

L’assessore Coletto ha invece confermato nel pomeriggio di oggi che la Regione e l’Università hanno chiesto e ottenuto, proprio in questi giorni, una deroga al Ministero della Salute per il mantenimento di due distinte Aziende ospedaliero-universitarie.

“Sono in contatto con l’assessore Coletto – dice il sindaco Latini – e con lui ci confrontiamo continuamente; conosco dunque il suo pensiero e quello della presidente Tesei sull’importanza fondamentale per l’Umbria intera della sanità ternana. Un’importanza strategica, confermata – se ce ne fosse stato bisogno – proprio in questi ultimi mesi nella gestione della pandemia. Il comunicato diffuso dall’assessorato alla sanità regionale conferma dunque la direzione intrapresa. Come sindaco della città di Terni ho sempre sostenuto con forza e in tutte le sedi il mantenimento e il potenziamento dell’azienda ternana. E infatti la Giunta Tesei intende rafforzare l’alta specializzazione e l’azienda di Terni come patrimonio dell’intera regione Umbria. Quantomeno affrettate appaiono purtroppo, ancora una volta, le strumentalizzazioni politiche di chi mira solo a distruggere e non a lavorare per il bene di Terni”.