Il vicesindaco di Orvieto, Angelo Ranchino (Lega), ha comunicato stamani al sindaco Roberta Tardani la decisione di rassegnare le sue irrevocabili dimissioni dalla carica, nonché da quella di assessore. Tardani – si legge in una nota – ha quindi temporaneamente assunto le deleghe ad Attività produttive, Sviluppo economico, Edilizia, Urbanistica e Patrimonio.

“Ho preso atto delle dimissioni dell’avvocato Angelo Ranchino – commenta il sindaco – che ringrazio per il lavoro sin qui svolto. La decisione personale di lasciare l’incarico che gli era stata assegnato è stata condivisa con il suo partito di riferimento”. Stamani la stessa Tardani si è confrontata con i responsabili locali della Lega e nei prossimi giorni avrà un colloquio con i vertici regionali del partito “per affrontare insieme la questione – spiega – fermo restando le prerogative del sindaco nella composizione della squadra di governo della città”.

“Per quanto mi riguarda – continua – questa decisione non stravolge gli equilibri politici determinati dalle scelte degli orvietani. Il periodo storico che stiamo vivendo, il peggiore dal Dopoguerra a oggi, ci impone tempi rapidi nella risoluzione di situazioni che non devono distogliere dai reali problemi e dobbiamo essere tutti quanto mai concentrati nell’affrontare l’emergenza sanitaria ancora in corso e dare risposte al tessuto economico e sociale della città duramente provato dalla crisi post Covid”.