Può diventare un pensiero per una persona malata e preoccupata per la propria salute anche quello di chi porterà il suo cane a fare i bisogni.

Sapevamo che era stato attivato un protocollo di intesa tra protezione civile ed alcune associazioni proprio per dare questo tipo di supporto ma a quanto pare qualcosa non funziona.

Infatti è di oggi la denuncia a mezzo stampa di un cittadino preoccupato per il suo cane, preoccupazione che purtroppo non ha trovato risposta nell’organizzazione che in teoria era stata messa in campo.

In questo momento di caos amministrativo, dove il Comune fatica ad attivare servizi alle persone malate di covid, bisogna porsi anche la questione degli animali domestici e della loro gestione, così come avvenuto in altri comuni.

Abbiamo denunciato più volte unitamente alle altre minoranze, quanto l’attivazione dei servizi per le persone sotto ordinanza contumaciale sia in ritardo rispetto alle necessità: aiuto nella spesa, raccolta dei rifiuti che per settimane riempiono le abitazioni dei degenti, supporto per l’acquisto dei farmaci sono problematiche con cui stanno facendo i conti centinaia di nostri concittadini. Tanto più che gli elenchi delle persone infette arrivano al Comune spesso e volentieri anche dopo settimane.

Eppure i malati covid-19 da momento in cui entrano in regime di contumacia non possono più svolgere attività all’esterno della propria abitazione, considerando che sempre più sovente l’interdizione ricade su interi nuclei familiari.

Spesso questo virus fa saltare quello schema di mutuo aiuto familiare grazie al quale i ternani e gli italiani hanno sempre compensato le lacune della politica.

Per questo il Movimento 5 Stelle ha deciso di chiedere al Sindaco e alla giunta, di attivarsi quanto prima per fare chiarezza su questa questione con l’invito di creare un più ampio protocollo di servizio con le associazioni animaliste ed del mondo del volontariato, ma avvalendosi anche dell’ausilio delle guardie zoofile, per supportare con più strumenti e mezzi, i cani dei padroni che sono stati contagiati da Covid-19.