Nell’arco del triennio 2019-2021 verranno assunte nel sanità umbra “1.263 unità a tempo indeterminato nel rispetto dei vincoli e dei tetti”: lo ha sottolineato l’assessore regionale Luca Coletto rispondendo – nella parte riservata al question time della seduta dell’Assemblea legislativa – ad una interrogazione del consigliere Tommaso Bori (Pd) che aveva chiesto “una reazione forte”.

Coletto ha risposto che “sono 422 le unità che sono andate a potenziare gli organici delle aziende sanitarie regionali dall’inizio dell’emergenza: 178 medici e 127 infermieri.

Sono 432 le unità stabilizzate nel 2020 dalle aziende regionali per effetto degli accordi regionali con i sindacati. Sono 250 gli infermieri oggetto dell’avviso a tempo determinato della Asl di Terni come capofila di tutte le Asl regionali, rispetto al quale i soggetti utilmente inseribili verranno immessi nelle strutture in tempi brevissimi”.

“Per quanto riguarda il personale medico, anche per intercettare gli specializzandi dell’università, la Asl di Perugia – ha continuato l’assessore – ha individuato due procedure per il conferimento di incarichi immediati e un un avviso per assunzioni a tempo indeterminato di anestesisti, medici di malattie dell’apparato respiratorio e altri. Per il contact racing abbiamo collaborato con la protezione civile per il reperimento a livello nazionale di 2.500 unità. All’Umbria sono andate 29 unità già tutte contrattualizzate. Le Asl hanno già contrattualizzato 30 medici laureati non specializzati per il supporto delle Usca e per la sorveglianza di Rsa e Covid hotel. Ad oggi risultano attivate 15 Usca, con 85 unità di personale impiegate. A breve saranno attivate altre due Usca”.

“Sono state adottate specifiche misure – ha spiegato – per l’uso da parte delle Asl di tutti gli strumenti consentiti per il potenziamento degli organici” con “lo scorrimento di tutte le graduatorie già approvate, l’avvio di procedure per nuovi fabbisogni, la copertura del turn over, con bandi con permanenza per almeno cinque anni. Il concorso pubblico di 325 infermieri dell’Asl 2 è regolarmente in corso” ed “eventuali ricorrenti verranno ammessi fino alla definizione delle diverse situazioni”