“Ulteriore punto di rottura con il gruppo Jindal sulla vertenza dello stabilimento produttivo di Terni della società Treofan con la sua messa in liquidazione. Non rispettare e mentire alle Istituzioni è molto grave. Dopo otto mesi di trattative e scioperi scongiurati, voltare le spalle alla storia industriale della città e a tutte le aziende che operano nel polo ternano – che hanno espresso da subito tutta la loro preoccupazione – è un gravissimo danno.

Ora bisogna trovare rapidamente soluzioni per Terni per garantire la continuità produttiva, occupazionale e la tutela dei 150 lavoratori”.

Cosi in una nota stampa la senatrice umbra Emma Pavanelli.