Con le ultime proiezioni in mano alla task force regionale dell’Umbria che si occupa dell’emergenza Covid, e alla luce delle restrizioni attuali (lockdown al 40%), il picco della seconda ondata si dovrebbe raggiungere a metà novembre.

E’ uno dei dati forniti dai vertici della Sanità regionale e dalla presidente Donatella Tesei.

Con un lockdown al 40% sono attesi circa 440 ricoveri e 90 pazienti in terapia intensiva. Mentre se le restrizioni dovrebbero essere alzate al 60 o 80% gli ospedalizzati previsti passerebbero a 391 e 368.