“Al momento non abbiamo alcun tipo di anticipazione ma credo che staremo in una fascia di ‘criticità media’. Nessuna definizione di parametri è stata fatta nelle recenti conferenze Stato-Regioni e quindi dobbiamo aspettare”: lo ha detto la presidente della Regione Umbria parlando del nuovo Dpcm in arrivo e delle ipotetiche fasce di rischio a cui verranno applicate ulteriori restrizioni.

Riguardo al nuovo Dpcm, Tesei ha poi affermato che “da quello che sembra dover contenere, le nostre ordinanze sono ancora più restrittive e puntuali”. La presidente ha ricordato a riguardo la didattica a distanza attivata anche per le scuole medie, oltre alla capienza dei trasporti pubblici già portata da noi al 50%: “Siamo stati la prima Regione a farlo” h rivendicato.

“Scuole elementari e dell’Infanzia cercheremo di non toccarle” ha poi aggiunto. “Vediamo quindi le misure previste dal Dpcm – ha concluso Tesei – e se riterremo che per maggior sicurezza queste dovranno essere integrate naturalmente lo faremo”.