Proseguiranno, per ora, da remoto le sedute del Consiglio comunale di Terni. Lo rende noto il presidente dell’assemblea municipale ternana, Francesco Maria Ferranti, dopo che l’Ufficio di presidenza e la Conferenza dei presidenti hanno espresso a larga maggioranza condivisione su questa scelta.

“Si è ritenuto di optare per la convocazione da remoto in ottemperanza ai vari Dpcm del governo nazionale – spiega Ferranti – una modalità che proseguirà almeno fino a quando non saranno sciolte le tutele e le precauzioni sanitarie che interessano i consiglieri comunali e il personale amministrativo entrati in contatto con il consigliere comunale risultato positivo al Covid-19 nei giorni scorsi”.

Nel pomeriggio di lunedì 12 ottobre, consiglieri e dipendenti interessati verranno sottoposti dall’Usl ad un secondo tampone. Finora, dall’inizio dell’emergenza, si sono tenuti in presenza solo una seduta di question time e una di Commissione.

La prossima seduta del consiglio comunale ternano si terrà il giorno dopo, martedi 13 ottobre con, all’ordine del giorno, la questione della cessione di parte delle quote di partecipazione detenute da Asm nella Sii.

L’ufficio di presidenza del consiglio comunale di Terni, ha infine stabilito che il prossimo question time si terrà a novembre, anche per consentire che si arrivi a un numero adeguato di interrogazione e interpellanze. Al momento, sono solo 7 quelle in attesa di risposta.