Il gruppo consiliare della Lega al Comune di Terni, sostiene e supporta, il buon operato della giunta Latini a tutela della salute degli alberi e dell’incolumità pubblica.
“Prosegue  infatti – affermano i consiglieri comunali leghisti- il programma ‘Terni verde 2018-2023’, che in questi due anni di amministrazione, ha permesso la piantumazione, in città, di un numero di alberi superiore a quello che è stato tagliato, piante adatte al nostro territorio, studiate, fra quelle che garantiscono un miglior paesaggio ma anche un maggiore abbattimento degli agenti inquinanti.
I pini che incorniciano molti nostri viali, sono tra gli alberi più pericolosi per le caratteristiche del loro apparato radicale,
le loro radici, che fanno saltare il bitume della strada, per evitare danneggiamenti ulteriori della sede della carreggiata, devono essere tagliate più volte, rendendo l’arbusto sempre meno stabile”.
“Per questo- continua la nota del carroccio- è prevista la sostituzione di altri pini, con tante nuove piantumazioni di alberi antismog come il Leccio, la Lagestroemia, ecc.
E’ fondamentale continuare la strada intrapresa da questo esecutivo per evitare tragedie causate dalla caduta di arbusti per maltempo.
A Terni,  la tragedia è stata sfiorata, tanti errori di programmazione a riguardo, figli di una “politica” agronomica sbagliata di molte città italiane dei primi anni 70, compresa la nostra.
Il buon governo e la lungimiranza di questa amministrazione sta andando nella giusta direzione, valutando le criticità ed intervenendo tempestivamente nel riscrivere la mappatura degli alberi della città.
Chi strumentalizza tutto questo, trincerandosi dietro l’ambientalismo, fa solo propaganda senza conoscere la realtà, oppure mente sapendo di mentire, ma non rallenterà di certo l’azione di risanamento di Terni”.