“La Giunta regionale renda obbligatori i test per quanti arrivano in Umbria dall’estero e spieghi quali sono le sue reali intenzioni circa l’impegno a prevenire il diffondersi di nuovi contagi, a partire da quelli derivanti dalla cosiddetta importazione del virus da Paesi a rischio”: lo chiede, con una interrogazione a risposta scritta il capogruppo regionale del Partito democratico, Tommaso Bori.

“I nuovi contagi e i numeri di questi giorni – sostiene – ci dicono che il Covid-19 rischia di tornare a diffondersi anche a causa del mancato controllo dei flussi di persone che tornano o arrivano dall’estero, sia per motivi professionali che per turismo. Si tratta di un fenomeno che sta interessando anche altre regioni italiane tanto che in Veneto e nel Lazio, sono stati già adottati i primi piani di difesa per individuare e circoscrivere il rischio di nuovi focolai da Covid-19″.