Inserire all’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri l’estensione “anche ai territori martoriati dagli eventi sismici e dalle calamità naturali del 2016″ dello sgravio fiscale per le aree del Sud : “sarebbe un gesto importante per dare un segnale di vicinanza e prospettiva ai cittadini di queste aree”. Lo scrive il consigliere regionale umbro Vincenzo Bianconi (gruppo Misto) in una lettera inviata al presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte.

La lettera è stata inviata anche ai ministri degli Affari regionali, Francesco Boccia, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, dei Beni culturali, Dario Franceschini, al ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, al capo di gabinetto del premier, Alessandro Goracci ,e ai parlamentari dei partiti di maggioranza.

Nella missiva – secondo quanto riferisce una nota della Regione – Bianconi aggiunge che “il cerchio si potrebbe anche restringere ai Comuni individuati dal Commissario come i più danneggiati dal sisma, sono circa 50 ed hanno una popolazione limitata. Un grande segnale con un piccolo sforzo in più. Una misura come questa sarebbe importante anche per cambiare le prospettive di lavoro in questa terra, dove lo spopolamento continua ad essere inarrestabile. Spero in un segnale di visione e rilancio anche per noi”.