Infuria a Terni la polemica politica sul welfare. Il gruppo consiliare della Lega risponde infatti alle polemiche sollevate in questi giorni parlando di “atteggiamento vergognoso da parte di Pd e 5 Stelle che pur di farsi pubblicità arrivano addirittura a strumentalizzare tematiche come la disabilità”. “Ci saremmo aspettati di tutto da due partiti in piena crisi di consensi e di idee – prosegue – ma una cosa del genere, sinceramente, no”.

Per il Gruppo della Lega “stravolgere la realtà dei fatti e arrivare a generare panico tra le famiglie ternane dei disabili non è fare opposizione, è fare becera politica”. “Nessun taglio nei finanziamenti per i disabili verrà attuato a Terni – sottolinea il carroccio – non esiste servizio che verrà depotenziato. Lo ha confermato anche la Usl Umbria 2 in una nota non politica, ma tecnica, che smentisce categoricamente quanto affermano gli esponenti di Pd e 5 Stelle e sottolinea la bontà dell’operazione di programmazione amministrativa attuata dal Comune di Terni. Evidentemente, chi ha portato la città in dissesto non è abituato a operazioni di questo tipo in trasparenza. I fondi ci sono e la maggiore spesa è determinata dalla rimodulazione dei servizi erogati: ci siamo già attivati per avere servizi mirati e attinenti al tipo di difficoltà che stiamo vivendo”.