“Quanto devono aspettare ancora i cittadini ternani che necessitano di una casa popolare?” Questo si chiedono i gruppi consiliari del M5S, PD, Senso Civico e Terni immagina.

“Ormai la misura è colma – sostengono – siamo alle porte di agosto in un clima che lascia dedurre che prima di settembre non si concretizzerà nulla sul fronte dell’assegnazione degli alloggi.

Eppure il momento difficile che colpisce la nostra nazione dopo i postumi determinati all’emergenza covid-19 avrebbe dovuto suggerire una solerzia maggiore da parte di questa amministrazione. Un’amministrazione che probabilmente non ha la capacità di immedesimarsi nei problemi delle fasce più deboli.

Sono passati ben sei mesi dalla pubblicazione delle graduatorie definitive di ammissioni ed esclusioni per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale, dopodiché è calato il silenzio su una questione centrale che si ripercuote direttamente nell’esistenza delle persone più bisognose.

Riteniamo vergognosa questa pagina di pessima amministrazione, creata da chi nonostante le nostre esortazioni, ha continuato a gestire una questione straordinaria ed urgente con il piglio di chi non comprende come si traduce la propria inerzia nella vita delle persone.

Con la giunta Latini non arriva prima nessuno, neanche gli italiani, ma sono tutti in sala di attesa ad aspettare segni di vita”.