“A Terni Salvini verrebbe multato dal Sindaco”. A dirlo è una nota inviata dal Movimento Cinque Stelle.

“Infatti – sostengono i pentastellati – proprio mentre il capo politico della Lega cala la mascherina durante la convention dei negazionisti del Covid-19, il sindaco leghista di Terni annuncia il pugno duro e sanzioni pecuniarie verso tutti quegli irresponsabili che non indosseranno la mascherina durante le visite alla Cascata delle Marmore e nelle zone di pertinenza, prevedendo multe fino a 300 euro per chi non rispetterà l’ordinanza.

Segno che le responsabilità di governo mal si conciliano con le panzane del capo politico della Lega. Una presa di distanze dalla faciloneria di chi non si fa scrupolo di assecondare le peggiori bufale del web pur di racimolare voti, atteggiamento messo in campo anche degli umbri eletti in parlamento tra le fila della Lega che ancora continuano a porre in essere ridicoli teatrini su questioni delicate come il prolungamento dello stato di emergenza.

Apprezziamo questa ordinanza – prosegue il M5S – che dà ragione a tutte quelle famiglie e quegli imprenditori che hanno fatto sacrifici durante il lockdown nella speranza che i comportamenti irresponsabili di pochi non vanifichino i risultati ottenuti. Il sindaco Latini afferma che sono emerse numerose difficoltà legate allo scarso senso di responsabilità di alcuni visitatori del sito della Cascata, forse per questo dovrebbe alzare il telefono e chiedere di dare il buon esempio a chi nella sua forza politica sta invece facendo a gara per diventare il capobanda degli irresponsabili”.