Anche i rappresentanti della Lega Umbria hanno partecipato all’incontro svolto questa mattina a Terni presso la sede territoriale della CISL, per affrontare il tema della situazione in cui si trovano i lavoratori stagionali e somministrati causa covid-19.

Il segretario regionale On. Virginio Caparvi e i Senatori Valeria Alessandrini e Stefano Lucidi hanno condiviso le preoccupazioni che arrivano dalle sigle sindacali riunite circa le sorti dell’azienda Eskigel di Terni.

“La Eskigel è un azienda importante intorno alla quale ruotano circa 400 addetti per lo più donne, caratterizzata da due problematiche fondamentali: tipologia di lavoro stagionale e per la maggior parte di tipo somministrato – hanno dichiarato gli esponenti leghisti – Siamo consapevoli che questo aspetto comporta il sovrapporsi di due criticità, da una parte trovarsi senza reddito per parte dell’anno a causa della forte stagionalità della produzione, e contemporaneamente una precarietà lavorativa dettata principalmente dal lavoro interinale che a fronte di una media di circa 6 rinnovi contrattuali per ogni lavoratore determina un aumento non sostenibile del costo del lavoro, facendo perdere a tante maestranza la propria competitività, il tutto unito alla mancanza di tutele sotto il punto di vista della anzianità di servizio. La Lega Umbria accogliendo la richiesta di attenzione arrivata dalle parti sociali, si attiverà per cercare un percorso legislativo condiviso in favore di questa categoria di lavoratori”.