E’ stato discusso e approvato nella seduta di ieri pomeriggio del consiglio comunale di Terni Il Documento Unico di Programmazione 2020-2022 che raccoglie 10 emendamenti che vanno ad integrare la visione strategica della città contenuta nel Dup. Dei 10 emendamenti accolti, uno è a firma dei consiglieri del Pd Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis, 5 presentati dal consigliere di Senso Civico Alessandro Gentiletti e sottoscritti da Paolo Angeletti di Terni Immagina, 2 portano la firma di Paola Pincardini e Valdimiro Orsini di Uniti per Terni, 1 dal capogruppo di Terni Civica Michele Rossi e l’ultimo firmato congiuntamente da Michele Rossi, Doriana Musacchi e Lucia Dominici.

Con il loro emendamento Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis hanno chiesto di inserire una specifica riguardante l’università “Occorre creare un dipartimento autonomo multidisciplinare che dia a Terni una autonomia di spesa, tale richiesta viene perpetrata dai tempi della prima ri forma nazionale sull’Università”.

I consiglieri Alessandro Gentiletti e Paolo Angeletti hanno presentato 16 emendamenti, di questi ne sono stati accolti 5. Con il loro primo emendamento accolto, Gentiletti e Angeletti hanno chiesto che l’Amministrazione si impegni a costruire un comitato permanete di tutte le associazioni del territorio che gestiscono beni comuni al quale sia affidata la programmazione di interventi e azioni a favore della città e che possa essere consultato periodicamente dalla giunta e audito almeno una volta l’anno nella seconda commissione consiliare permanente. Il loro secondo emendamento approvato riguarda la proposta di una redazione annuale di uno studio statistico svolto dagli uffici dell’ente sul fenomeno dell’evasione diviso per reddito e tipo di attività da riferire in consiglio. Accolto l’emendamento sulla elaborazione di un regolamento generale di tutte le entrate tributarie, al fine di dare uniformità di disciplina alle varie imposte comunali, prevedendo meccanismi idonei a garantire i flussi di cassa, la giustizia sociale e l’accesso a forme di pagamento rateizzate. Altro emendamento accolto è quello relativo alla Cascata delle Marmore che chiede di chiamare il sito Cascata delle Marmore di Terni anche nella cartellonistica pubblicitaria in modo che ne sia sempre riconoscibile l’ubicazione. L’ultimo emendamento a firma doppia dei consiglieri chiede che l’Amministrazione consideri il Ceffas un ente strumentale centrale nell’attività sportiva cittadina e di conseguenza si impegni a preservarlo e mantenerlo come fondazione, tutelandone tutte le professionalità che vi operano.

Paola Pincardini e Valdimiro Orsini chiedono, con il loro emendamento di creare le condizioni per migliorare i fattori di contesto per favorire la permanenza delle multinazionali e la crescita dell’attrattività del territorio per nuovi investimenti industriali, mentre con il secondo emendamento accolto chiedono l’istituzione di un servizio di pattugliamento con agenti a piedi per il controllo delle vie cittadine sia centrali sia periferiche.

Il primo emendamento a firma di Michele Rossi riguarda il sistema museale ternano e chiede di prevedere che il gestore – cosi come da bando di assegnazione – deve operare in base alle linee culturali che l’amministrazione è tenuta ad aggiornare annualmente e a dar luogo ad una ampia attività in collaborazione che rispetti tutte le espressioni culturali della comunità ternana. Tali linee sono previste nel capitolato del bando oltre ad essere espressione di questa amministrazione comunale in tutte le sue articolazioni ad iniziare dal Consiglio Comunale. L’altro emendamento, sottoscritto anche dai consiglieri Doriana Musacchi e Lucia Dominici è sul progetto di restyling complessivo del parco della Passeggiata.